Informazioni

Italian Diabetes

Join this group if you have diabetes or live with a person with diabetes and live in/come from Italy

Membri: 20
Attività più recente: 10 Apr

Forum di discussione

Contiamoci

Iniziata da rick. Ultima risposta di rick 9 Lug 2013. 2 Risposte

Ma com'è possibile che il popolo abituato a schiamazzare e fare casino e applaudire ad ogni atterraggio aereo sia così silenzioso su TU?Facciamoci sentire!Continua

Spazio commenti

Commento

Devi essere membro di Italian Diabetes per aggiungere commenti!

Commento da Maxino Porzio su 13 Febbraio 2014 a 10:05

Ciao! Io sono Massimiliano, ho 18 anni e ho il diabete da 11 anni. Vorrei veramente moltissimo prendere il brevetto per pilota privato di aereo (PPL) ma in Italia c'è una vecchia e logora legge del '95 che impedisce a chi assume insulina di poter ottenere il PPL... Cosa posso fare? Non c'è nessun diabetico che abbia cercato di fare qualcosa a riguardo? L'insulina ora è meglio conosciuta rispetto al '95, è possibile che nessuno si interessi alla questione)?

Commento da Mahika su 27 Ottobre 2011 a 20:00
Ciao a tutti! Mi chiamo Maria Cristina, 32 anni e sono del Canada. Sono diabetico tipo 1 da 23 anni. Uso la pompa Medtronic e il GCM. Sto imparando l'italiano, scusa i miei errori. Ciao!
Commento da Luca Bertagnolio su 27 Ottobre 2011 a 8:58
Non avevo mai notato che fosse sorto un gruppo per diabetici italiani su TuDiabetes.

Salve a tutti, Luca da Milano, 43 anni, T1 da 15 anni, multiiniettivo, uso il sensore Dexcon 7 Plus dall'Aprile 2009, e ne sono molto contento.

Ho visto il nuovo Animas Vibe pochi giorni fa, microinfusore che include anche il ricevitore Dexcom di 4a generazione, e vedendo com'e' mi sta iniziando a venire la voglia di passare al microinfusore... vedremo!

Un saluto a tutti!

Luca
Commento da Fabrizio su 25 Luglio 2011 a 1:41
Ciao a tutti.

In Italia Omnipod sembra "scomparso" .... e ci rivolgiamo sempre all'estero.
probabilmente riesco ad avere un "pezzo" usabile e vi scriverò quindi le mie impressioni di questo modello. Riguardo al DEXCOM 7 Plus ho solo visto che usa dei sensori "simili" a quelli che uso io con il Medtronic, senza fili per quanto riguarda la parte "GCM" e quindi molto prativi (con il Medtronic l'unico "problema" ma neanche più di tanto è il catetere che lo "vincola" al paziente ... mentre se usassi il solo sensore è senza filo, ma deve stare, come il DEXCOM ad una certa distanza ...).
Da più parti mi dicono che la scelta di Ypsomed è dovuta a FDA (???).per quanto riguarda le lingue a bordo dell'apparecchio ... cosa che mi lascia un po' perplesso ... e che "impedisce" ad apparati "esteri" di poter essere utilizzati ....
Per il momento gli unici punti "negativi" da parte mia al sistema Omnipod sono:
- scarsa capacità del serbatoio (io uso parecchi insulina al giono e quindi scarsa autonomia)
- scarso tempo di conservazione dei POD (probabilmente per la carica della "batteria" a bordo) e quindi attenzione alla conservazione
- attenzione a non "dimenticare" il PDM .... senza il quale non si può fare boli ...(almeno il catetere seve a qualche cosa) e quindi per i distratti ... prestare attenzione ....
- garanzia internazionale ???

Con l'uso vedrò poi di condividere le mie impressioni di utilizzo, rispetto al modello con catetere ...

Ciao a tutti

-
Commento da LaMejo su 23 Marzo 2011 a 12:07
io uso l'omnipod da piu' di un anno ormai, e mi trovo benissimo. non ho provato nessun'altra pompa, quindi non ho modo di fare confronti, ma per me il fatto di essere legata ad un tubo era una casa che non potevo proprio digerire....mi sembra troppo "medico"...e avrei una difficolta' incredibile a ricordarmi di non tirarlo con i vestiti etc.
Usando l'omnipod, riesco a nasconderlo benissimo visto che si puo' mettere praticamente ovunque ci sia un po' di ciccia, tipo nella parta alta del sedere per quando vado al mare. Per dormire, e' vero che e' scomodo in alcune zone - infatti a volte uso un cuscino per quando l'omnipod e' in una zona scomoda (tipo ora, che ce l'ho sul braccio e quindi mi serve il cuscino per dormire di profilo).
Tra l'altro da 3 settimane ho anche cominciato ad usare il Dexcom 7 Plus (fantastico anche quello!), che e' sempre senza fili e quindi comodissimo per me.
Uso entrambi in lingua inglese pero', quindi non so se ci sia l'intenzione di aggiungere altre lingue in futuro. Forse una volta che l'uso comincia a diffondersi un po' di piu'!
Commento da Papo su 22 Marzo 2011 a 10:59
Sempre a proposito di Omnipod:
da qualche parte ho letto che può risultare fastidioso (ad esempio dormendo) perchè "dove lo metti sta" e se ti ci appoggi...lo senti.
Per l'ignoranza delle lingue conteranno sulla diffusione mondiale: nel tuo esempio il medico farà riferimento all'analogo nella sua lingua (ha,ha,ha...) o pensano che i "poveri malati" se ne stano a casa senza creare altri problemi andando all'etero??
A parte gli scherzi, cambia veramente con tubo/senza tubo? per piscina e ancor di più al mare mia figlia toglie il micro anche per tutto il giorno: sarà il movimento, sarà la dispersione termica in acqua, ma se non si mangia il suo bel gelato rischia l'ipo!
P.s.: molto bello 'sto posto, oltretutto permette di esercitarsi con l'inglese, ma la soddisfa di scambiare due parole in italiano...;-)
Commento da Fabrizio su 10 Marzo 2011 a 0:06
Ciao Papo. Rispondo con ritardo alla tua domanda.
Io uso Medtronic e mi trovo non bene ma benissimo. La pompa funziona a meraviglia ed il sistema di monitoriaggio in continuo (nonostante la ASL non permetta un monitoraggio per 365 giorni all'anno - forniscono solo 24 sensori all'anno e speriamo che continuino così) è una vera "chicca" (il sistema ritengo sia "simile" al sistema DEXCOM non ancora distribuito, anche lui, in Italia). Ho voluto "provare" l'Omnipod per poi usarlo in quelle situazioni ove "portare" una pompa può essere una scocciatura (es. al mare o in piscina, ....). L'inconveniente che hai potuto leggere è che l'Omnipod "parla" una sola lingua e non è possibile "cambiarla", quindi un uso poco "pratico" in quanto, almeno nel mio caso, si deve prestare "moltissima attenzione" non masticando molto bene la lingua dell'Omnipod.
E questo, secondo me, non è una cosa da sottovalutare. Ti spiego anche il perchè: ci rendiamo all'estero, ti capita un "accidenti" e il medico non può usare l'apparecchio (magari tu sei "poco collaborativo") in quanto non conosce la lingua dell'apparecchio. Secondo me cosa di non poco conto. Il mio Medtronic ha "a bordo" molte più lingue (oserei dire che è poliglotta ....in confronto).
Ecco in pratica il perchè della mia prova, poterlo utilizzare ove la pompa (con tubicino attaccata) non sta bene. Inoltre, rispetto alla mia pompa Medtronic, l'Omnipod contiene meno insulina (200 U.I. contro le 300 U.I. della pompa Medtronic), quindi minor periodo di indosssabilità dell'Omnipod rispetto alla Medtronic.
Aspettiamo la distribuzione in Italia e poi vedremo se vale veramente la pena passare al nuovo sistema. Sicuramente io non rinuncio al sistema CGMS del Medtronic e ai serbatoi da 3 ml, quindi la vedo difficile ad un passaggio in toto, solo per brevi periodi e situazioni "particolari", come ti dicevo.

Ciao
Commento da Papo su 27 Febbraio 2011 a 17:07
Ciao Fabrizio, leggo solo ora (di ritorno dalla montagna ;-). Purtroppo chi tiene la guardia bassa è mia figlia...non so se è una forma di rifiuto o se ha solo ereditato la tesa fra le nuvole dal babbo...
A proposito di OmniPod: è veramente meglio di una pompa tradizionale? "Noi" con la Animas ci troviamo benissimo.
Commento da Fabrizio su 19 Febbraio 2011 a 8:51
Ciao Daniela e grazie della pronta risposta.
Conosco personalmente Biagio e so che lui è "entusiasta" del prodotto. Mi ha anche "indirizzato" delle persone che volevano acquistarlo, ma per principio non gli ho fornito tale indicazione (visto come è , fortunatamente direi). Gli ho inviato una mail ma probabilmente non mi ha risposto perchè non ho "dato esito come lui sperava" alle richieste precedenti. Io ritengo sempre che prima di mettere un micro, qualunque paziente, ed in particolare i bambini, devono essere conosciuti e seguiti da un centro "specializzato" e che conosce i microinfusori.
Pazienza. Comunque ritengo che il prodotto può essere una valida soluzione per la cura; certo che "perdersi" con il software che parla una sola lingua .... qualunque apparato parla ormai almeno3-4 lingue. Solo la Ypsomed ha il prodotto "personalizzato" (e blindato) per il paese in cui lo distribuisce. Magari è questo il motivo per cui non è ancora in distribuzione .....

Ti aggiornerò se avrò notizie positive in merito.
Magari in settimana scrivo alla casa madre e al distributore italiano ....
Ciao.
Commento da Fabrizio su 18 Febbraio 2011 a 7:53
Benvenuti ai nuovi e ben ritrovati a chi già da un po' frequenta il gruppo.
E' vero che su altri siti siamo più numerosi.
Ho ora una domanda da lanciare ... sperando che qualcuno sappia darmi una dritta.
Ho acquistato l'OmniPod della Ypsomed attirato dalle sue "superbe" a detta di altri caratteristiche, e devo dire che sulla carta (sensore a parte in quanto non ancora presente) le caratteristiche sono d'avanguardia rispetto ad un micro di tipo "classico".
Ma ora viene il bello: poichè non è acquistabile in Italia, me lo sono procurato all'estero .... Funziona bene ma peccato che parla "una sola lingua" ovvero quella del paese ove venduto. Non è come tutti gli apparecchi che è possibile fargli parlare almeno 3 o più lingue; questo ne parla una sola. Ora dico io: possibile che un prodotto che dovrebbe farsi apprezzare per le su caratteristiche innovative si riduca a "parlare" una sola lingua? Posso "sostituire il software a bordo della macchina con una versione che parla "italiano" (o anche il firmware)? Fatemi sapere se avete notizie in merito.... Grazie.

Per Papo: non proprio male 7.7 saltando i boli e con le feste, ma ti raccomando di non "abbassare" la guardia e cerca di "non dimenticare" i boli ..... Ciao
 

Membri (20)

 
 
 

Advertisement



REsources

From the Diabetes Hands Foundation blog...

FDA Docket Extended! We Need You.

If you are new to diabetes advocacy in the traditional sense of the word, you may be thinking, “What the heck is a docket!?” I certainly was the first twenty times I heard it (yes it took that long). For Read on! →

An Open Letter from @AskManny, @DiabetesHF to @NYTRosenthal, @NYTimes

Dear Ms. Rosenthal: I am a person living with type 1 diabetes since the age of 30. I am also the President and co-Founder of the Diabetes Hands Foundation, a nonprofit aimed at connecting and mobilizing the diabetes community. Seeing Read on! →

Diabetes Hands Foundation Team

DHF TEAM

Manny Hernandez
(Co-Founder, Editor, has LADA)

Emily Coles
(Head of Communities, has type 1)

Mila Ferrer
(EsTuDiabetes Community Manager, mother of a child with type 1)

Mike Lawson
(Head of Experience, has type 1)

Corinna Cornejo
(Development Manager, has type 2)

Heather Gabel
(Administrative and Programs Assistant, has type 1)

DHF VOLUNTEERS


Lead Administrator
Bradford (has type 1)

Administrators
Lorraine (mother of type 1)
Marie B (has type 1)

Brian (bsc) (has type 2)

Gary (has type 2)

David (dns) (type 2)

 

LIKE us on Facebook

Spread the word

Loading…

This website is certified by Health On the Net Foundation. Click to verify. This site complies with the HONcode standard for trustworthy health information: verify here.

© 2014   A community of people touched by diabetes, run by the Diabetes Hands Foundation.

Badges  |  Contact Us  |  Terms of Service